mercoledì 21 gennaio 2015

Crema al cardamomo e caffé

 

"Il caffè, per essere buono, deve essere nero come la notte, caldo come l'inferno e dolce come l'amore."  (Proverbio turco)

Durante la lezione del corso sulle spezie dedicata al cardamomo, è tradizione ormai preparare un thermos colmo di Qahwa bello caldo per farlo assaggiare a tutti.
Anche chi non è un amante e appassionato di caffè solitamente resta molto colpito dalla fragranza e dalla freschezza di questa bevanda tipica dei paesi del Golfo che niente ha a che fare con il classico espresso italiano e nemmeno con il più vicino caffè turco.
L'unione fra l'aroma del caffè e quello del cardamomo, portati ad ebollizione e passati più volte insieme attraverso la dallah, tipica caffettiera dal lungo beccuccio, fanno di questa bevanda non un sorso di fretta consumato in piedi al bancone di un bar, ma un piacere lento da assaporare insieme ad una gradevole conversazione.
 

Anziché tuttavia preparare la semplice bevanda, ho pensato di proporla sotto forma di un dessert semplice adatto sia come fine pasto che come spuntino fresco. E' ottimo in inverno a temperatura ambiente, ma anche nella stagione più calda appena tolto dal frigo. Se poi come me siete incorreggibili golosi, provate a tuffare un cucchiaino di questo budino in un po' di panna montata poco zuccherata...

L'originale della ricetta è della famosa autrice di libri di cucina Donna Hay, io ho modificato un po' le dosi e soprattutto...niente caffé istananeo!
 
Crema al cardamomo e caffé
Per circa 4 stampini tipo ramequin

Ingredienti

500ml di panna da montare
12 bacche di cardamomo leggermente schiacciate con la lama di un coltello
1 bacca di vaniglia, divisa in due e privata dei semi con un coltello
6 cucchiaini di caffé preparato con la moka
6 tuorli d'uovo
60gr di zucchero di canna chiaro
eventuale panna montata per servire

Preparazione

 
Mettete la panna, il cardamomo, la vaniglia e il caffé in una casseruola di media grandezza su fuoco alto e portate a ebollizione.
Riducete la fiamma e lasciate sobbollire per 5 minuti. Mettete da parte e lasciate intiepidire (altrimenti farete le uova strapazzate!).
In una ciotola sbattete i tuorli d'uovo con lo zucchero fino ad ottenere una crema densa e uniforme.
Quando il composto con la panna sarà lievemente raffreddato, fatelo passare attraverso un colino e unitelo alla crema di uova. Amalgamate il composto con la frusta finché sarà diventato omogeneo.
Mettete tutto in una casseruola pulita su fuoco medio facendo cuocere, girando, per circa 5 minuti oppure finché il composto riesce a velare il retro di un cucchiaio.
Versate negli stampini e lasciate raffreddare, poi mettete tutto in frigo per almeno due ore oppure fino al momento di servire.
Accompagnate se volete con della panna montata leggermente zuccherata.
 

3 commenti:

  1. (((((((((((CIAO*__.__*CIAO)))))))))..(|_|*|_|)... 1N CAFFè PER VOI DALLA SARDEGNA.

    RispondiElimina
  2. ((((((((CIAO*__.__*CIAO))))))))

    RispondiElimina