sabato 27 dicembre 2014

Le spezie di Kelly McCollam

In un ordinario e nemmeno eccessivamente rigido pomeriggio dicembrino, curiosavo per il web quando mi è capitato di incontrare le creazioni di questa giovane artista yankee www.kellymccollamphotography.com (sezione “salt e spicy work”).
 
 
Dopo un attimo di esitazione, dovuto sia alla mia precaria conoscenza della lingua inglese che alla non spiccata attitudine per le arti figurative, ho intuito di essere al cospetto di una forma espressiva diversa, inedita, ma soprattutto sofisticata.
La giovane di Cincinnati è infatti tutt’altro che una sprovveduta: laurea in “Belle Arti”, conseguita presso la Ball State University nello stato dell’Indiana, ha una specializzazione in fotografia e già all’attivo molteplici e importanti collaborazioni.
Le sue opere sono assemblate mediante l’utilizzo di comuni sali da cucina e spezie... ho riconosciuto, tra gli altri, un cipresso, un albero delle more ed un “notturno” di vangoghiana memoria, realizzazioni tutte rigorosamente modellate a partire da spezie.
Ma poi ho captato anche due solitarie canoe rosse, forse dimenticate a riva dai loro nocchieri, uova di Pettirosso sistemate con cura al centro di un piccolo scavo e tre croci dall’aspetto ieratico fieramente protese verso l’orizzonte.
Ho proseguito sempre più incuriosito nell’osservazione e mi sono imbattuto in onde tempestose, rocce di fiume, un tramonto salato e molto altro ancora. Sono sorpreso, piacevolmente sorpreso, e a questo punto anche ammaliato da cotanta espressività... un omaggio alla fantasia e alla raffinatezza.

Le "spezie di Kelly": un mix di estro compositivo ed avanguardia fotografica per un'incursione d'autore, in pieno inverno, variopinta e senza dubbio squisitamente fragrante...
oh yeah, we like it...
 

Nessun commento:

Posta un commento