mercoledì 1 aprile 2015

Chả Giò (Involtini vietnamiti con salsa al peperoncino)

 
"L’ospitalità è la virtù che ci induce a nutrire e ospitare alcune persone
che non hanno bisogno né di essere nutrite né di essere ospitate
"
(Ambrose Bierce)
 
Non è facile condensare dieci giorni densi di spostamenti, camminate, paesaggi e nebbia in poche righe, ma riguardando le foto che abbiamo scattato in Vietnam tornano prima di tutto alla memoria la semplicità, il sorriso e l'ospitalità di un popolo che viene definito uno dei più felici del pianeta.

Il nord del Vietnam è molto diverso da quello che ci aspettavamo, ci sono in tutto il paese più di 50 diverse minoranze etniche e buona parte di queste vivono proprio sulle catene montuose settentrionali, rese celebri dalle infinite risaie a terrazze come scalinate verdi che dalle vallate salgono verso il cielo.

Il cibo non ha deluso le nostre aspettative e anche se non siamo riusciti ad assaggiare molti piatti della variegatissima cucina vietnamita, abbiamo trovato una quantità di spezie e sapori che non dimenticheremo. Come nella vicina cucina thailandese la fanno sicuramente da padrone il peperoncino (sia fresco che essiccato che affumicato), il coriandolo fresco e la citronella, ma su tutti i banchi dei numerosi mercati che abbiamo visitato non mancavano mai anche anice stellato (ingrediente fondamentale della colazione preferita dai vietnamiti, il phở), pepe nero, senape nera e tutta una serie di bacche e semi a noi tuttora sconosciuti ma che ci riproponiamo di identificare quanto prima ;-)

Proprio con il peperoncino abbiamo voluto rendere omaggio a questo paese meraviglioso con un piatto che abbiamo mangiato spesso e che non abbiamo trovato mai uguale, gli involtini primavera fritti (chả giò).
Tutti gli ingredienti sono di facile reperibilità o comunque sostituibili inclusa la salsa di pesce, che noi abbiamo trovato in un comunissimo supermercato nel reparto cucina etnica e che può essere scambiata con la salsa di soia. Anche i fogli di carta di riso e i vermicelli si trovano solitamente nello stesso reparto. Oltre che estremamente gustosi, questi involtini sono anche divertenti da preparare e servire come antipasto o piatto unico, magari accompagnati con del riso bianco cotto al vapore, in pieno stile asiatico!
 
 
Ingredienti (per circa 10 involtini)

Per gli involtini:
170 gr di carne di maiale macinata
60 gr di gamberetti tritati
1 carota a bastoncini sottili tritati
30 gr di noodles (vermicelli) di soia o di riso
1 spicchio di aglio tritato
1 uovo piccolo sbattuto
1 cucchiaino di salsa di pesce (oppure di salsa di soia)
peperoncino tritato
pepe nero macinato
sale
olio per friggere
10 fogli di carta di riso

Per la salsa al peperoncino (Nước Mấm Chấm):
1/2 tazza di acqua calda
2 cucchiai di salsa di pesce (o di soia)
1 spicchio d'aglio tritato
1 cucchiaino e 1/2 di zucchero
1/2 cucchiaino di aceto di vino bianco
il succo di 1/2 lime
1 peperoncino fresco a fettine (se la trovate, la varietà "bird's eye thai")

Preparazione

Mettete i noodles a mollo in acqua bollente per circa 30 minuti o finché sono morbidi. Scolateli passandoli sotto l'acqua fredda, poi scolateli di nuovo, tritateli in pezzettini e metteteli da parte.
In una ciotola piuttosto grande unite tutti gli ingredienti per gli involtini e amalgamate bene.

Preparate un piatto con sopra un tovagliolo pulito, bagnato e strizzato. Passate velocemente un foglio di carta di riso sotto l'acqua e poi adagiatelo sul tovagliolo. Prendete un po' di impasto con un cucchiaio e sistematelo al centro in basso sul foglio, in modo da avere un piccolo cilindro. Iniziate ad arrotolare il foglio facendo un giro, ma senza stringere troppo (il ripieno durante la cottura si espanderà un po'...). Piegate il foglio verso l'interno ai lati del cilindro e continuate ad arrotolare finché avrete una sorta di sigaro. Mettete da parte e continuate con i restanti fogli.
Preparate la salsa mescolando in una ciotola aglio, peperoncino e aceto e lasciate marinare per circa 10 minuti. In un'altra ciotola mettete acqua calda, zucchero, salsa di pesce e mescolate bene fino a far dissolvere lo zucchero. Unite le due ciotole e mettete da parte.

In una padella dai bordi alti mettete a scaldare l'olio per la frittura. Una volta ben caldo adagiatevi gli involtini e abbassate la fiamma. Devono cuocere lentamente a fuoco medio-basso altrimenti sull'involucro si formeranno delle bolle e rischierete che l'involtino si apra. Durante la cottura, girate più volte gli involtini finché saranno perfettamente dorati, poi scolateli bene su un piatto coperto con carta assorbente.
Servite ben caldi accompagnando con la salsa al peperoncino e degli spicchi di lime.
 

Nessun commento:

Posta un commento