lunedì 22 dicembre 2014

Lo sapevate che: rubrica di curiosità speziate #3

Indovinello: se volete trovarla, dovete cercare la dama nella barca con la veste rossa…
ma sì, è l’inconfondibile Noce Moscata, seme di un frutto simile ad un albicocca, racchiuso in un nocciolo avvolto da una guaina rossa nota con il nome di Macis.
 
 
La Paprika non è una spezia a sé stante. E’ una polvere, molto diffusa in Ungheria, che si ottiene dalla macinazione della polpa di diverse specie di peperoncini, privati dei semi e della placenta (le parti più piccanti). Per questa ragione, le varietà più note sono quella dolce e quella affumicata.
 
La Assafetida si ottiene a partire dalla resina di una pianta originaria del Medio Oriente. Molto popolare nella cucina indiana, è praticamente sconosciuta in tutto l’Occidente. Bizzarra curiosità: tra i nomi popolari con cui viene indicata ritroviamo sia “sterco del diavolo” che “cibo degli dei”!!
Il motivo è che questa spezia è maleodorante quando è cruda (in latino foetida significa puzzolente!), dolcemente aromatica se cotta, con un sentore di aglio e cipolla.
 

Nessun commento:

Posta un commento